Come acquistare un diamante senza fregature e rivenderlo con profitto

Perché aumentano gli investitori in diamanti in Italia

dove acquistare diamanteIn questo inizio 2016 è salito vertiginosamente l’appeal dei cosiddetti beni rifugio. Ne è testimone il +16% dell’oro in soli due mesi. Ma anche il mercato dei diamanti, in Italia e nel mondo, è sempre più vivace.

I motivi sono di fatto noti a tutti gli investitori italiani sempre più in difficoltà nell’allocare i loro risparmi:

  • i titoli di Stato, le obbligazioni, i buoni postali e i conti deposito offrono ormai rendimenti risicati e tassati, addirittura negativi in molti casi (proprio ieri il Btp a 3 anni è stato collocato con un rendimento pari a -0,052%). E’ l’effetto delle manovre della Bce e l’ultimo intervento di giovedì non farà che acuire questo trend. Il messaggio di Draghi infatti è chiaro: “i tassi di interesse rimarranno bassi ancora a lungo”;
  • il crollo e la volatilità delle Borse mondiali a seguito della crescita economica sempre più lenta ed incerta. L’Europa stenta a ripartire mentre i paesi emergenti rallentano come la Cina o sono in piena crisi come il Brasile e la Russia;
  • il bail in e le difficoltà di molte banche italiane spinge i clienti a non sottoscrivere obbligazioni bancarie ed evitare grandi accumuli di liquidità sui conti correnti;
  • non ultimo, le voci sempre più frequenti di una revisione della tassa di successione

Il risparmiatore italiano sta insomma cercando un’alternativa che non sia il materasso per i propri soldi. Gli investitori quindi acquistano beni rifugio come l’oro e i diamanti in quanto asset difensivi oltre che per diversificare gli investimenti.

Se si guarda all’indice Ftse Mib della borsa italiana, negli ultimi dieci anni gli investitori hanno perso oltre il 50%, mentre l’indice europeo ha perso circa il 22%.

Sui diamanti, come è noto ai miei lettori, è più difficile fare stime puntuali.  Non esiste infatti  (nonostante quello che alcuni operatori vorrebbero far credere) un listino aperto sui diamanti come quelli delle azioni. Le contrattazioni di Anversa e Tel Aviv, le piazze dove si scambiano le pietre, è riservato solo agli operatori di settore. E anche le piattaforme di scambio via web dei diamanti (Rapnet e Idexonline per esempio) sono riservate agli operatori del settore e precluse all’investitore finale.

Inoltre ogni diamante fa storia a se e quanto meno deve essere categorizzato secondo alcuni criteri. Prendere a riferimento un diamante da 5 carati, come fanno furbescamente alcuni venditori, non ha alcun senso trattandosi di pietre rare il cui mercato è limitato a pochi ricchi acquirenti. Possiamo comunque dire, valutando per esempio le pietre da un carato (colore da D a G, purezza IF e taglio eccellente) che negli ultimi anni c’è stata una buona rivalutazione in dollari (utilizzando e confrontando i dati delle due maggiori fonti disponibili sul mercato mondiale, cioè Idexonline e il Rapaport Price List).

 

Tutela da patrimoniali e tasse di successione

Non c’è dubbio che la situazione economica e finanziaria in Italia sia solo uno dei principali fattori che spinge la domanda da investimento. Un altro elemento importante è la sicurezza. In questo caso non solo e non tanto dal punto di vista finanziario, ma dal punto di vista patrimoniale. I diamanti offrono infatti molti vantaggi: non solo i guadagni non sono tassati. Sono beni anonimi e facilmente (e legalmente) trasferibili e detenibili. Gli italiani oggi temono tasse e patrimoniali. I diamanti sono un mezzo per evitare questo rischio. Non sono beni alla luce del sole, non sono beni di cui esiste un registro o la necessità di un deposito in banca (come per gli strumenti finanziari). Mentre quindi la casa e gli investimenti finanziari subiscono di fatto patrimoniali annuali (Ici o Imu, bollo etc.) e sono sempre a rischio di aumenti, i diamanti non corrono alcun rischio.

Non solo! Ultimamente si rinnovano le voci di una revisione della tassa di successione. Si parla di una riduzione della franchigia e di un aumento delle aliquote. E anche alcune polizze vita saranno escluse e potrebbero rientrare quindi nel montante tassato. Per i motivi appena detti, i diamanti, essendo beni anonimi facilmente trasferibili, si prestano perfettamente per ridurre l’impatto anche della tassa di successione.

 

Dove acquistare diamanti in Italia

Un altro fattore decisivo nel far crescere il mercato dei diamanti in Italia è stato sicuramente l’aumento degli operatori e quindi della concorrenza. Fino a qualche anno fa il settore era molto spezzettato e appannaggio esclusivo di gioiellerie e pochi piccoli operatori locali. Negli ultimi anni invece molti intermediari internazionali (in particolare belgi e israeliani) hanno creato nel nostro paese vere e proprie reti di vendita. Alcuni si sono accordati con le banche per offrire il diamante come alternative ad obbligazioni e polizze. Non credo serva ribadire come il canale bancario sia da evitare. Le banche pretendono commissioni assurde e grazie alla loro forza commerciale, la stessa che negli anni ha consentito loro di proporre polizze vita costose o obbligazioni rischiose, sono in grado di piazzare i diamanti a prezzi altissimi, pure doppi rispetto a quelli di altri intermediari più seri. E sinceramente mi spiace per i molti investitori che hanno acquistato diamanti in banca perché tra 10 anni, salvo miracoli, si renderanno conto di aver fatto un errore imperdonabile: l’affare infatti si fa all’acquisto!

In ogni caso l’offerta è aumentata e la domanda trova quindi oggi più sbocchi. Anche tra le gioiellerie, che genericamente sconsiglio perché di fatto il loro mestiere è vendere gioielli non prodotti da investimento, ci sono oggi alcune ottime eccezioni.  Resta però il problema per il piccolo investitore di affrontare un settore in cui le notizie scarseggiano e quel poco che c’è è spesso una finta informazione pubblicitaria (non a caso in molti articoli di stampa quelli che descrivono il mercato sono gli stessi venditori).

Nella guida Investire in Diamanti potrai trovare tutto quello che ti serve per poter valutare ciò che ti viene offerto (considerando che stiamo parlando di minimo qualche migliaio di euro, non è il caso di fidarsi ciecamente di chi ti vende le pietre).  E fino a Pasqua è incluso il bonus consulenza tramite cui ti indicherò via mail cosa e dove comprare ora in Italia. Clicca qui per tutti i dettagli della guida.

Opt In Image
Gratis la miniguida Investire in Diamanti
Iscriviti e ricevila in omaggio. Ebook di 30 pagine

Lascia un commento

Prossimo

Precedente