Come acquistare un diamante senza fregature e rivenderlo con profitto

Investire in diamanti

investire diamanti italiaQuesto fine settimana ho avuto occasione di avere una piacevole conversazione con un intermediario specializzato nella consulenza e vendita in diamanti. Piacevole anche per il luogo, una stupenda giornata di sole sul lago di Como, ma soprattutto per i contenuti. Mi fa infatti sempre piacere scambiare due parole con coloro che sono direttamente attivi sul mercato perché ovviamente nessuno più di loro può dare indicazioni su come vada il settore e quali siano le prospettive. Ecco un riassunto di quanto ci siamo detti.

Continua …

Nella guida “Investire in diamanti”, ma anche su questo blog, segnalo come in Italia i diamanti si acquistano in genere a prezzi alti, spesso molto alti. E siccome l’affare si fa sempre nel momento in cui si compra, questo si traduce in un cattivo investimento che non potrà dare i ritorni sperati. Il motivo per cui i prezzi sono alti è che si ricorre (quasi) sempre ai canali tradizionali che in passato erano praticamente solo le gioiellerie, a cui ora  si sono aggiunte le banche.

Addirittura le banche sono diventate oggi i principali venditori di diamanti da investimento. O meglio segnalatori, perché di fatto le banche collocano le pietre di altri, di alcune società come IDB (Intermarket Diamond Business), DPI (Diamond Private Investment) o Dlb (Diamond Love Bond). Così facendo il cliente si fida pensando che vi sia una garanzia della banca sulla pietra, garanzia che ovviamente non c’è. Di fatto le banche agiscono come meri segnalatori, prendono commissioni intorno al 15% e non danno alcuna garanzia perché si tratta di un prodotto di terzi. Ma non c’è solo un problema di garanzia, c’è anche e soprattutto un problema di prezzi. Continua …

acquistare diamanti in bancaNegli ultimi anni diverse banche hanno iniziato a proporre l’investimento in diamanti. A dire il vero le banche evitano di parlare di “investimento” perché sanno che questo comporterebbe degli obblighi (Mifid) difficilmente sostenibili nel caso dei diamanti. Di fatto quindi operano semplicemente come segnalatori nei confronti di partner specializzati nel settore come Idb (Intermarket Diamond Business), DPI (Diamond Private Investment) e DLB (Diamond Love Bond). Tra le banche attive nella vendita di diamanti in filiali ricordo Carige, Unicredit, Banca Popolare di Milano, Ubi Banca e Banco Popolare.

La commercializzazione dei diamanti in banca è stata spinta anche grazie ad articoli pubblicitari, mascherati da informazione, pubblicati su vari giornali e riviste. Questi articoli sono in realtà tesi a pubblicizzare specifici venditori, guarda caso infatti dopo aver decantato la sicurezza ed il rendimento di queste pietre preziose, si passa all’intervista di uno degli intermediari citati in precedenza che spiega come, perché e dove si possono acquistare le pietre preziose. Continua …

investire diamanti 2014Sul mio sito e nella mia guida ti metto in guardia dai venditori di diamanti. Alcuni di questi mi hanno contattato, e pur riconoscendo che c’è purtroppo del vero in quanto sostengo, mi hanno criticato per questa impostazione un po’ troppo dura nei loro confronti.

Da un certo punto di vista non posso dar loro torto. Ho volutamente calcato la mano sulla diffidenza verso i venditori perché ho conosciuto molte persone che sono state “fregate”. Persone a cui sono state vendute pietre a prezzi fuori mercato e che non rientreranno dall’investimento per anni.

Devo però ammettere che il mercato dei diamanti in Italia è migliorato negli ultimi anni. Per fortuna aggiungo, perché l’investimento in diamanti rimane sempre un modo interessante e dalle ottime prospettive per investire i tuoi soldi. Continua …

tassa sui risparmi Il diamante è un bene rifugio per antonomasia: al portatore, esente da tassazione sia sul valore (bollo) che sulle plusvalenze (capital gain). Bene anonimo,  che non richiede l’obbligo della dichiarazione successoria.

Abbiamo già visto in tal senso alcuni dei vantaggi dell’investimento in diamanti:

  • è indipendente dalle vicende economiche e politiche: crisi finanziarie, guerre, caduta di governi non influenzano le quotazioni dei diamanti
  • ti consente di diversificare il tuo portafoglio di investimenti
  • è un bene fisico, tangibile che potrai tenere in mano, a differenza di un’azione o un’obbligazione
  • è un bene sovrannazionale riconosciuto e vendibile in tutto il mondo, in Italia come in qualunque paese estero, anche nelle situazioni politiche e sociali più difficili
  • è un oggetto raro ed esclusivo ma al contempo un bene acquistabile da (quasi) tutti
  • è un investimento esentasse, non si paga imposta di bollo o capital gain sulle plusvalenze o tassa di successione
  • consente all’investitore di mantenere l’anonimato. Non c’è nulla di segnato in banca o su qualche registro
  • è facilmente trasportabile e può passare di mano in mano senza lasciare tracce al Fisco, ai creditori o agli eredi Continua …

quotazioni prezzi diamantiQuando si parla di quotazioni del prezzo sui diamanti si può leggere e vedere di tutto. In effetti, non esistendo un vero standard di diamante, è difficile valutare l’andamento dei prezzi nel tempo. Del resto non è raro leggere affermazioni che si contraddicono in merito alla crescita media dei prezzi negli ultimi 20-30 anni. Chi dice 7%, chi addirittura 10% etc.

Alcuni venditori mostrano grafici con curve sempre crescenti, sostenendo ancora oggi che il prezzo dei diamanti è sempre cresciuto e continuerà a crescere. Scrivo sostenere, perché la realtà è ben diversa, ma soprattutto complessa come riportato nella Guida. Continua …

Guida investire in diamantiFinalmente è pronta! Dopo quattro mesi di lavoro sono lieto di annunciarti che è terminata la realizzazione della prima e unica guida sull’investimento in Diamanti.

Con questa Guida si colma un vuoto: finora non esistevano guide sull’argomento. Al massimo potevi trovare articoli o opuscoli promozionali sul tema dell’investimento in diamanti. Il motivo è semplice. In questo settore i margini sono molto alti, e si fanno più soldi ponendosi dalla parte del venditore (come fanno le banche) che dalla parte dell’acquirente. Le banche per esempio si intascano il 10% del prezzo dei diamanti, oltre ad eventuali bonus. Insomma, per un diamante da 5.000 euro, ben 500 euro di commissioni. E purtroppo per te non ci sono solo le banche. Lo stesso, se non di più, guadagna la società che formalmente ti vende la pietra (le banche sono solo un puro intermediario). E su quello stesso diamante ci sono i margini dei produttori, dei tagliatori e di vari intermediari che si frappongono tra te e la gemma. E pure lo Stato ovviamente vuole la sua parte, una bella IVA al 22%. Continua …

Anche se “un diamante è per sempre” prima o poi arriverà il momento di venderlo.  Per il singolo investitore vendere un diamante può essere una questione lunga, complessa e purtroppo spesso frustrante.

L’investitore si approccia fiducioso e speransozo, sulla base di quanto gli è stato indicato al momento dell’acquisto e magari anche di notizie di gossip quotidiano che fantasticano su favolose aste di diamanti e gioielli. E questa speranza si traduce velocemente in rabbia e delusione quando riceve offerte di acquisto a prezzi ben inferiori a quanto immaginato.

L’origine di questa delusione deriva in realtà dagli errori commessi al momento dell’acquisto. La maggioranza dei diamanti venduti dai privati sono di mediocre qualità e di natura puramente commerciale. Quando il diamante fu comprato fu data più importanza alle dimensioni, o a qualche altra caratteristica di moda, e meno alla qualità intrinseca della pietra. Altro errore molto diffuso: comprare al prezzo sbagliato! Continua …

Il diamante è un investimento importante per cui è opportuno acquistare solo da rivenditori seri e professionali. La fiducia nel settore è la prima regola, per cui evita venditori improvvisati e dubbi. Inoltre cerca sempre di acquistare a prezzi più vicini al valore all’ingrosso.

Acquistare in gioielleria

acquistare gioielleriaL’acquisto di un diamante da investimento in gioielleria è in genere sconsigliato. Anzitutto questo non è il loro mestiere. Vero che oggi molte si sono attrezzate a soddisfare questo genere di domanda, ma ovviamente il gioielliere mira a vendere pietre preziose montate su anelli o altri generi di gioielli. Continua …

diamante blisterL’acquisto di un diamante va considerato come gli altri investimenti. Per cui considera la tua tolleranza al rischio, il tuo orizzonte temporale e il tuo budget.  Ovviamente l’acquisto di pietre preziose è un investimento a lungo termine che richiede un buon capitale inziale.

La scelta del diamante è sempre personale. Il prezzo dipende soprattutto dalle 4C, sta a te trovare la migliore combinazione per il budget che hai a disposizione.  Fissare subito un budget prima dell’acquisto è importante e ti consentirà di valutare e scegliere la qualità della pietra che puoi permetterti con quei soldi. Continua …

Newer Posts → ← Older Posts