Come acquistare un diamante senza fregature e rivenderlo con profitto

L’importanza della fluorescenza nei diamanti

fluorescenza diamantiIn un precedente articolo ho descritto come e perché le valutazioni degli enti certificatori siano differenti e di come questo fatto si rifletta sui prezzi dei diamanti e sia sfruttato da molti venditori a danno di ignari acquirenti che ritengono, come da buon senso, che il certificato non sia un elemento qualificante che influenza il prezzo dei diamanti.

Un altro elemento trascurato dagli acquirenti quando valutano l’acquisto di un diamante (e perciò sfruttato dai venditori) è la fluorescenza.

La fluorescenza è la misurazione  della reazione del diamante ai raggi ultravioletti (UV).  In base all’intensità della luce riemessa vengono determinati  quattro gradi di fluorescenza: Nulla (Nil/None) – Debole (Slight/Faint) – Media (Medium) – Forte (Strong).

scala fluorescenza diamanti

Circa un terzo dei diamanti presenta fluorescenze. La più frequente è di colorazione bluastra. Essendo il blu un colore complementare al giallo (la colorazione tipica dei diamanti) la presenza di fluorescenza blu può far apparire un diamante più bianco.

Un occhio non esperto difficilmente individua la fluorescenza, la sua presenza è comunque riportata dai certificati gemmologici.

 

Quanto incide la fluorescenza sul prezzo del diamante?

La fluorescenza incide negativamente sul prezzo del diamante fino ad una svalutazione della pietra del 20%.

Parecchi fornitori aumentano la loro marginalità mettendo nel lotto diamanti con un po’ di fluorescenza sfruttando “l’ignoranza” del cliente finale.  Alcuni propongono la loro offerta elencando tutte le principali caratteristiche (colore, carato, purezza, taglio, simmetria, lucidatura) ma evitando di menzionare la fluorescenza.  In questo modo un cliente ignaro fa i confronti con altre proposte ma si perde un importante elemento valutativo.

Ai fini dell’acquisto di un diamante da investimento, scegli un diamante con fluorescenza nulla (al massimo Slight/Faint) ed un intermediario trasparente che rende palese anche questa caratteristica.

Ci sono tanti piccoli trucchetti del mestiere che i venditori utilizzano per aumentare i loro margini a tuo discapito. Un certo tipo di certificato o la fluorescenza sono solo due classici esempi. Ma ce ne sono altri, in particolare il taglio che, come indicato nella guida Investire in Diamanti, è l’elemento che più caratterizza e differenzia i diamanti.

Non posso che consigliare l’acquisto di un diamante, ottimo per diversificare e proteggere il tuo patrimonio. Ma essendo un investimento di almeno qualche migliaia di euro, proteggiti prima con un minimo di conoscenza. L’affare si fa all’acquisto e purtroppo non posso far nulla per chi chi evita di comprare la guida per poi farmi domande su diamanti appena acquistati strapagati per il loro reale valore.

Opt In Image
Gratis la miniguida Investire in Diamanti
Iscriviti e ricevila in omaggio. Ebook di 30 pagine

Lascia un commento

Prossimo

Precedente