Come acquistare un diamante senza fregature e rivenderlo con profitto

Dove acquistare i diamanti: gioielleria, banca, intermediari, Internet

Il diamante è un investimento importante per cui è opportuno acquistare solo da rivenditori seri e professionali. La fiducia nel settore è la prima regola, per cui evita venditori improvvisati e dubbi. Inoltre cerca sempre di acquistare a prezzi più vicini al valore all’ingrosso.

Acquistare in gioielleria

acquistare gioielleriaL’acquisto di un diamante da investimento in gioielleria è in genere sconsigliato. Anzitutto questo non è il loro mestiere. Vero che oggi molte si sono attrezzate a soddisfare questo genere di domanda, ma ovviamente il gioielliere mira a vendere pietre preziose montate su anelli o altri generi di gioielli.

Magari alcuni gioiellieri ti indurranno a credere che anche il diamante in un gioiello conserva e rivaluta il suo valore. Ma in questo caso la pietra ha tutt’altra funzione.  Ma il vero motivo per cui si sconsiglia l’acquisto in gioielleria è il prezzo. La gioielleria applica prezzi al dettaglio con i maggiori rincari rispetto ai valori all’ingrosso. Inoltre la qualità spesso non è eccelsa e non è semplice definirne le caratteristiche (non hanno spesso una certificazione). Ci sono comunque delle ragioni per valutare anche questo canale di vendita.

Oltre che dai gioiellieri puoi rivolgerti ad altri specialisti nel settore, intermediari professionali o esperti che ti potranno proporre pietre con prezzi più vicini a quelli all’ingrosso.

Nella guida ti sarà spiegato come sfruttare le gioiellerie per il tuo acquisto. Troverai anche un utile questionario per valutare ogni gioielleria in modo semplice e veloce.

 

L’investimento in banca

acquistare diamanti in bancaLe banche sono entrate con forza nel settore negli ultimi due-tre anni, fiutando la crescita del business. La crisi ha infatti riportato in auge i diamanti in quanto beni rifugio e investimenti alternativi.  Affiancati da partner specializzati nel settore come Idb (Intermarket Diamond Business), DPI (Diamond Private Investment) e DLB (Diamond Love Bond) molte banche italiane offrono ora la vendita di diamanti allo sportello. Tra queste Carige, Unicredit, Banca Popolare di Milano, Ubi Banca e Banco Popolare.

Questo canale di vendita è stato negli ultimi tempi ampiamente pubblicizzato, sia direttamente sia indirettamente tramite falsi articoli sull’investimento in diamanti che poi diventavano un’occasione per intervistare l’esperto di turno collegato ad una delle società menzionate in precedenza.

Considera che le banche ricevono una commissione fra il 10 e il 15% sul prezzo di vendita (incluso già nel prezzo), oltre eventuali bonus per il raggiungimento di determinati obiettivi di vendita. Già questo ti dovrebbe far capire che evidentemente è un affare più per loro che per te.  Eppure, grazie alla poca trasparenza e alla complessità del mercato diamantifero,  le banche si possono far forte di offrire anche prezzi inferiori a quelli dei gioiellieri.

Chi ti propone in banca un diamante spesso ne sa poco di questo business. E’ infatti il classico consulente bancario a cui è stato indicato di proporre anche queste pietre oltre ai fondi di investimento o alle polizze vita. In realtà le banche operano solo come puro distributore di diamanti forniti da società partner. Il consulente al massimo ti potrà ripetere pedissequamente quel poco che gli è stato comunicato: “è un investimento sicuro, soprattutto in tempi di crisi”, “il suo valore si è sempre rivalutato nel tempo”, “i nostri prezzi sono i più bassi del settore, ben più competitivi di quelli che trova dal gioielliere” etc. Una lista di false o parziali verità.

Attenzione poi alle tanto sbandierate politiche di riacquisto del prodotto. Verifica sempre i costi e le modalità. Spesso vengono applicate penalità, inoltre si parte dal listino Rapaport mentre la vendita è effettuata a valori superiori al listino. E verifica anche la storia della società intermediaria (non la banca ma le varie società indicate in precedenza): ricorda che venderai tra diversi anni, ci sarà ancora quell’intermediario che ti ha promesso il riacquisto?

Come valutare la proposta di investimento in banca, a quali elementi fare attenzione? Come sfruttare il canale bancario per ottenere il miglior prezzo di acquisto? Scoprilo nella Guida

Internet

Un nuovo canale che si è sviluppato negli ultimi anni, in particolare dal 2009, è Internet. Oggi ci sono diversi siti online che propongono diamanti o gioielli con diamanti. Alcuni offrono la possibilità di scegliere sia la pietra che l’anello in modo da farsi inviare l’anello finito e montato.

E’ sicuro acquistare un diamante su Internet? Nonostante possa apparire rischioso acquistare un oggetto di tale valore a distanza, acquistare online può essere un modo sicuro per ottenere ad un buon prezzo ottime pietre. Vanno però valutati i pro e i contro.  Quando acquisti su Internet devi anzitutto verificare le referenze, le credenziali ed i servizi del venditore. Infine devi utilizzare tutta una serie di accorgimenti e verificare attentamente alcuni dettagli del contratto. Sono poi ancora più indispensabili quelle conoscenze di base del settore che ti abbiamo più volte indicato.

Nella guida scoprirai …

  • quali sono i pro e i contro dell’acquisto online
  • a cosa prestare attenzione quanto acquisti su Internet
  • come valutare l’affidabilità e la sicurezza del sito
  • come confrontare i prezzi
  • come evitare le truffe e le fregature
  • dove acquistare: alcuni siti consigliati

Ricorda che un buon investimento lo si fa al momento dell’acquisto. Prima di acquistare quindi verifica e controlla tutti i requisiti. La Guida sarà un utile supporto nella tua scelta.

Opt In Image
Gratis la miniguida Investire in Diamanti
Iscriviti e ricevila in omaggio. Ebook di 30 pagine

Lascia un commento

Prossimo

Precedente