Come acquistare un diamante senza fregature e rivenderlo con profitto

Investire in diamanti

Guida investire in diamantiFinalmente è pronta! Dopo quattro mesi di lavoro sono lieto di annunciarti che è terminata la realizzazione della prima e unica guida sull’investimento in Diamanti.

Con questa Guida si colma un vuoto: finora non esistevano guide sull’argomento. Al massimo potevi trovare articoli o opuscoli promozionali sul tema dell’investimento in diamanti. Il motivo è semplice. In questo settore i margini sono molto alti, e si fanno più soldi ponendosi dalla parte del venditore (come fanno le banche) che dalla parte dell’acquirente. Le banche per esempio si intascano il 10% del prezzo dei diamanti, oltre ad eventuali bonus. Insomma, per un diamante da 5.000 euro, ben 500 euro di commissioni. E purtroppo per te non ci sono solo le banche. Lo stesso, se non di più, guadagna la società che formalmente ti vende la pietra (le banche sono solo un puro intermediario). E su quello stesso diamante ci sono i margini dei produttori, dei tagliatori e di vari intermediari che si frappongono tra te e la gemma. E pure lo Stato ovviamente vuole la sua parte, una bella IVA al 22%. Continua …

listino rapaport corsoIl Gruppo Rapaport (il listino prezzi di Rapaport è la fonte primaria di informazioni sui prezzi e sul mercato dei diamanti) ha annunciato il lancio di Rapaport Academy, una nuova e innovativa piattaforma di e-learning dedicata in particolare ai professionisti nel settore dei diamanti, inclusi i gioiellieri.

I corsi online saranno sviluppati da esperti indipendenti del settore. Il primo corso di Rapaport Academy “Fundamentals of Diamond Trading” si concentra sugli aspetti commerciali e pratici del mercato dei diamanti, con l’obiettivo di migliorare le capacità e la fiducia dei partecipanti nel commercio di diamanti. Continua …

diamanti-banca-dpiE’ finalmente arrivata a conclusione l’inchiesta dell’Antitrust sul fenomeno dei “diamanti in banca”, terminata con una multa di 15 milioni di euro alle banche ed i broker che proponevano investimenti “certi e sicuri” in diamanti. Peccato che, come denunciato già anni fa sul mio sito e nella mia guida, fossero venduti a prezzi esagerati.

Nel mirino dell’Antitrust sono finiti i broker Intermarket Diamond Business e Diamond Private Investment. Le banche coinvolte sono Unicredit, Banco Bpm, Banca Intesa e Mps.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha considerato le proposte “gravemente ingannevoli e omissive” relativamente: Continua …

Ho scritto vari articoli sulla questione dei diamanti in banca. Purtroppo tanti piccoli investitori hanno acquistato diamanti in banca a prezzi doppi rispetto al normale, prezzi gonfiati anche dalle commissioni bancarie, variabili dal 10 al 20% in base all’Istituto. Sarebbe bastato leggersi la mia guida sull’investimento in diamanti, ma anche solo gli articoli di questo sito, e avrebbero imparato come acquistare in modo oculato i diamanti risparmiando soldi e preoccupazioni.

prezzi-diamanti-banca Continua …

acquistare diamantiUno degli aspetti su cui porre attenzione quando si acquista un diamante, è verificare la policy di rivendita del venditore.  Nella guida Investire in Diamanti riporto le varie opzioni per vendere i diamanti, con i relativi pro e contro. Una delle principali opzioni è appunto il riacquisto o la rivendita da parte del venditore stesso.

E’ anzitutto necessario che nel contratto di acquisto della pietra siano riportate condizioni e tempo in cui il riacquisto o la rivendita viene effettuato. Siccome poi il contratto lo si vede solo alla fine, per trasparenza sarebbe anche utile che il sito stesso dell’intermediario indicasse tali termini. Ma pochi lo fanno. Continua …

fluorescenza diamantiIn un precedente articolo ho descritto come e perché le valutazioni degli enti certificatori siano differenti e di come questo fatto si rifletta sui prezzi dei diamanti e sia sfruttato da molti venditori a danno di ignari acquirenti che ritengono, come da buon senso, che il certificato non sia un elemento qualificante che influenza il prezzo dei diamanti.

Un altro elemento trascurato dagli acquirenti quando valutano l’acquisto di un diamante (e perciò sfruttato dai venditori) è la fluorescenza. Continua …

Nella guida Investire in Diamanti segnalo l’importanza e i falsi miti che circondano i certificati. Il certificato è il documento rilasciato da un laboratorio di analisi gemmologica riconosciuto nel mondo, che ne garantisce l’autenticità. In esso sono riportati tutti i parametri qualitativi (purezza, colore, taglio e peso) ed identificativi della pietra. E’ un documento importantissimo e fondamentale che deve accompagnare sempre un diamante da investimento.

Acquirenti e investitori  però spesso sono portati a travisare il valore del certificato, e di questo si fanno forte i venditori. Come ho già avuto modo di ricordare,  questo documento non rappresenta una garanzia, ma una semplice descrizione dell’oggetto analizzato. E’ quindi importante saperlo leggere, ma anche capirne i limiti e le differenze (come descritto dettagliatamente nella guida). Continua …

Ricevo spesso ringraziamenti da alcune persone che, grazie ai miei articoli e alla mia guida, hanno evitato di acquistare diamanti in banca (e non nascondo di aver ricevuto anche insulti da persone che, in qualche modo, vendono diamanti).  Ricevo però anche richieste di persone che purtroppo l’acquisto lo hanno fatto ed ora non sanno come uscirne. Se provano infatti a vendere, si ritrovano con perdite fino e oltre il 50%. Oltre all’Iva, pagano infatti anche per la vendita un ulteriore commissione a banca (fino al 15%) e all’intermediario in diamanti.

Sono anni che scrivo di evitare l’acquisto in banca, visto i prezzi alti, la poca professionalità dei bancari (nel senso che non conoscono nulla dei diamanti e quindi non sono in grado di dare consigli all’acquirente), la difficoltà di rivendita (nonostante le promesse iniziali). Mi sono per questo beccato insulti e anche qualche minaccia da persone che spero che ora si siano rese conto di cosa vendevano. C’è voluta la trasmissione di Report di ottobre 2016 a muovere finalmente le acque (comunque una triste rappresentazione del nostro paese dove serve la tv per far agire chi di dovere). Continua …

Su Milano Finanza di fine giugno è apparso un interessante articolo sull’investimento in diamanti. L’articolo prende spunto dai noti fatti di cronaca, più volte ricordati sul mio blog, delle inchieste sulla vendita di diamanti in banca. Giustamente nell’articolo si indica come non occorra fare di tutta un’erba un fascio e si ricorda come

Non solo azioni o bond: i trader devono essere sempre aggiornati su tutti i prodotti finanziari. Anche i diamanti. Se non altro perché alcune caratteristiche, come rendimento e fiscalità, li rendono un investimento molto interessante … L’altra peculiarità che rende i diamanti appetibili è l’esenzione dalle tasse di successione e l’assenza di capital gain (e ovviamente di Tobin Tax).

Continua …

beni rifugioI diamanti sono considerati un bene rifugio per antonomasia. Ma cosa significa bene rifugio? E occorre veramente investire in beni rifugio?

Per la prima domanda mi affido a Wikipedia che definisce bene rifugio:

Un bene rifugio è un bene che ha un valore intrinseco, “reale” e che tende a non perdere valore a seguito di un incremento del livello generale dei prezzi.

Trovo la definizione ottima e chiara. Ma approfondiamola per capirla fino in fondo. Per proteggere i tuoi risparmi ci sono tanti metodi (e dovresti usarne più di uno), ma c’è un principio fondamentale che devi considerare: la moneta perde il suo potere d’acquisto con il tempo. Continua …

← Older Posts